Enrico Melozzi

Violoncellista, compositore, direttore d’orchestra, produttore discografico e arrangiatore, Enrico Melozzi incarna lo spirito versatile del musicista completo.

L’incontro artistico con Michael Riessler rappresentato per Enrico l’overture alla musica contemporanea, una collaborazione che lo ha portato a collaborare con i più importanti musicisti della scena mondiale.

A Roma debutta come direttore d’orchestra all’Auditorium Parco della Musica con la sua opera su Oliver Twist, al quale fanno seguito una serie di colonne sonore per cortometraggi, lungometraggi e spettacoli teatrali.

Il 2007 segna la nascita dell’etichetta discografica indipendente “Cinik Records” e la svolta artistica di Melozzi raggiunge un punto di non ritorno, il passaggio è epocale quanto rivoluzionario. Iniziano le straordinarie collaborazioni con importanti nomi del panorama musicale femminile nazionale e internazionale, Sarah Jane Morris, Noemi (al Festival di Sanremo 2012 sarà il direttore d’orchestra per il brano “Sono solo parole” – è stata proprio Noemi a richiedere la sua collaborazione dopo averlo apprezzato durante un concerto di Sarah Jane Morris, per la quale ha diretto e arrangiato “Cello Songs”. L’incontro porterà Sarah Jane Morris a duettare con Noemi sul palco del Teatro Ariston), Jenny B, Elsa Lila e Antonella Ruggiero.

La sua attività di composizione prosegue senza sosta, viene chiamato, in occasione della riapertura del Duomo di Teramo, a comporre la Sinfonia Concertante “Il Nuovo Tempio”, fonda il movimento “Nuove Armonie” che si occupa di promuovere la Legalità e la Meritocrazia nel campo artistico nazionale.

Invitato a suonare al Teatro Valle Occupato nel 6º giorno di occupazione risponde attivamente all’occupazione proponendo la “Vertenza Musica” alla quale aderiscono tra gli altri Stefano Bollani, Rita Marcotulli, Subsonica, Danilo Rea, Giovanni Sollima.

Insieme a Sollima, Melozzi è stato promotore della prima maxi-reunion di violoncellisti in Italia, che si è tenuta al Teatro Valle Occupato dal 16 al 18 marzo 2012, e ha radunato più di 140 violoncellisti provenienti da tutta l’Europa. L’edizione del 2013 ha visto i 100 violoncelli sul palco del concerto del Primo Maggio a Roma in Piazza San Giovanni.

Nel 2011 il West Australian Ballet gli commissiona la composizione del balletto sinfonico in due atti “Pinocchio-The Ballet” rappresentata con successo a Perth, all’His Majestic Theatre, dalla West Australian Symphony Orchestra.

Si potrebbe pensare che il futuro del maestro sia già “scritto, definito e segnato”, ma non si pensi che dietro quell’evidente apparenza non si nasconda una nuova tempesta, si potrebbero avvertire, a breve tempo, i primi segni delle nuove intriganti scommesse di un artista in costante evoluzione.